Network

Nel Piano d’Azione sull’Economia Circolare (COM/2015/0614 final e nella sua revisione del 14 Marzo 2017) la Commissione Europea indica espressamente la simbiosi industriale come una strategia operativa di economia circolare. ENEA, a seguito delle esperienze maturate negli anni, si propone di mettere a sistema tutte le competenze relative alla simbiosi industriale in Italia, attraverso il coinvolgimento di stakeholder che a vario titolo e con diversi ruoli hanno avuto ed hanno un ruolo per l’implementazione operativa della simbiosi industriale in Italia. Per questo motivo, ENEA si è fatta promotrice della costituzione della prima rete italiana di simbiosi industriale, SUN - Symbiosis Users Network, che nasce per valorizzare le esperienze maturate da anni in queste tematiche, condividerle e collaborare per favorire un’applicazione sistematica della simbiosi industriale. SUN promuove modelli di economia circolare attraverso la simbiosi industriale, approfondendo tematiche di carattere operativo che possono riguardare, ad esempio, normative, standard tecnici, buone pratiche. Allo stato attuale SUN riunisce 38 partner, tra Università, Istituzioni politiche, Enti di ricerca, Società private, reti tecnologiche ed Enti locali ed è attualmente aperta a nuove adesioni.

SUN si prefigge il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Promuovere l’eco-innovazione e la transizione verso l’economia circolare tramite l’applicazione della simbiosi industriale;
  • Promuovere la collaborazione dei diversi operatori, pubblici e privati, sul tema della simbiosi industriale;
  • Promuovere SUN quale riferimento italiano per gli operatori che vogliano applicare la simbiosi industriale, a livello industriale di ricerca e di territorio;
  • Promuovere la raccolta e la condivisione di esperienze, l’esame di problematiche, lo sviluppo di opportunità a livello economico, territoriale e sociale sui temi della simbiosi industriale;
  • Incoraggiare la collaborazione e promuovere contatti e scambi di informazioni, conoscenze ed esperienze tra enti di ricerca, università, P.A. , imprese, ecc.;
  • Individuare soluzioni alle principali criticità di carattere tecnico e normativa alla implementazione di percorsi di simbiosi industriale;
  • Trasferire e diffondere informazioni tramite banche dati, siti web, ecc.;
  • Organizzare conferenze e seminari.

Il Network lavora in connessione con la Piattaforma Italiana degli Stakeholder dell’Economia Circolare https://www.icesp.it/.


Stampa